Tecnica

La del Nordic Walking
La descrizione della tecnica del Nordic Walking potrebbe essere riassunta con poche parole: una camminata naturale con l’ausilio di due bastoncini.
Questa descrizione semplificata descrive il principio del Nordic Walking, ma, ovviamente non è solo questo, anzi, la tecnica del Nordic Walking è un insieme di movimenti, coordinazione, respirazione ed aspetti psico/fisici connessi, che ne fanno una pratica sportiva particolarmente completa.
I bastoncini, da non confondere con quelli da trekking, (vedi attrezzatura), hanno la funzione principale durante la camminata, di spinta per il coinvolgimento del maggior numero di muscoli possibile, difatti il movimento alternato, la spinta, la posizione delle braccia e delle mani nelle oscillazioni, consentono di far lavorare una gran quantità di muscolatura della parte superiore del corpo, cosa che la semplice camminata o corsa non consentono.
Anche il passo e la falcata, seppur effettuati con maggiore naturalezza possibile, devono ritrovare ritmi e posizionamenti che spesso nella camminata “normale e quotidiana” abbiamo un pò disimparato.
Il movimento principale della tecnica che si deve acquisire è la cosiddetta tecnica alternata, cioè il piede che poggia sul terreno della gamba che avanza è opposto al braccio che retrocede con la spinta sul bastoncino.
Questo movimento, coadiuvato da altri, postura, rilassamento e mobilità delle spalle, appoggio corretto del piede, sincronizzazione ritmica di gambe, braccia e mani, per essere effettuato correttamente ed apporti il maggior beneficio possibile, necessita l’acquisizione di una tecnica specifica e ben definita.
Oltre alla tecnica alternata, fondamentale nel Nordic Walking è anche la tecnica cosiddetta in parallelo, cioè i due bastoncini avanzano e retrocedono in modo simmetrico e parallelo, l’avanzamento e la spinta delle braccia in questo caso sarà simultanea ed il movimento delle gambe identico alla tecnica alternata.
Vi sono tre principali livelli nel Nordic Walking, identificati come: “benessere“, “fitness” e “sport“.  Ognuno di essi racchiude delle tecniche e percorsi specifici da seguire.

Benessere

Adatto a tutti e si basa sull'apprendimento della tecnica base, alternata e parallela, lo svolgimento viene effettuato su terreni facili e a basso impatto ed adottando una moderata intensità

Fitness

Adatto a chi vuole trovare o ritrovare un'ottima forma fisica. Vi è un notevole aumento dell'attività aerobica ed è adatto per chi vuole incrementare le prestazioni, tonificando in modo completo e sostanziale la muscolatura corporea

Sport

Adatto a quegli atleti che ne fanno una pratica sportiva vera e propria, sia per diletto che per la partecipazione a competizioni. Vengono proposti esercizi specifici per incrementare potenza, resistanza e velocità su terreni eterogenei. Questo livello è adatto anche per chi già pratica altre tipologie di attività sportive e vuole progredire con allenamenti strutturati

In conclusione, la tecnica del Nordic Walking, si basa essenzialmente sulla corretta camminata, cioè passo e falcata, armonizzata con il movimento delle braccia e l’uso di bastoncini che ne incrementano la dinamica e la stabilizzazione.
Oltre a questo, praticare il Nordic Walking, significa anche trovare un salutare equilibrio psicofisico adottando un livello di attività motoria che più si adatta alle nostre esigenze.